Attivita'

Fai click su uno dei corsi per maggiori informazioni

Nuoto Bebè (0-3 anni) - Acquaticità (3-5 anni) - Nuoto Bimbi - Nuoto Adulti - Acquagym - Lezioni private nuoto - Ginnastica Posturale - Body tonic - Presciistica - Pilates - Danza Bimbi - ZumbaRebound- Kung fu -

Nuoto Bebè (0-3 anni)

Il nuoto bebè è quell’attività che si svolge in acqua riservata ai neonati che verte sostanzialmente nell’acquisire la cosiddetta acquaticità che è tipica del neonato. Passati i 4/5 mesi si può cominciare a praticare il nuoto bebè in piscina in quanto i bambini hanno ricevuto le prime vaccinazioni obbligatorie. É necessario che l’acqua della piscina sia stata riscaldata a circa 32° per consentire al bambino un comodo adattamento. Solitamente queste vasche sono colorate e piene di giochi per invogliare il bambino ad entrare in acqua e stimolare la sua fantasia. Un corso di nuoto bebè dura circa 9 mesi e si compone sostanzialmente di tre diverse fasi: ambientamento, galleggiamento, immersione. Coma già accennato nel nuoto bebè i bambini sono accompagnati in acqua dai genitori perché comunque il bambino fino ad una certa età non è in grado di rimanere in acqua da solo. È possibile accompagnare i propri bambini in acqua anche se non si è capaci di nuotare in quanto il nuoto bebè viene praticato in acqua bassa. Durante la lezione di nuoto bebè spesso i genitori sono invitati a intraprendere dei giochi con i loro bambini che renderanno più divertenti i passaggi da una fase all’altra. Il nuoto bebè è di estrema importanza innanzitutto perché un bambino di 6 mesi si adatta molto più facilmente all’ambiente acquatico di un bambino che ha 3 anni in quanto la paura dell’acqua cresce con l’aumentare del tempo in cui il bambino viene tenuto lontano da essa. Dal punto di vista fisico il bambino ottiene il rafforzamento del sistema cardiorespiratorio, lo sviluppo e l’incremento della forza dell’apparato scheletrico, scopre nuovi schemi di postura e acquisisce un maggior controllo della respirazione. A livello psicologico favorisce la socializzazione grazie alla presenza di altri bambini, accresce l’indipendenza dei neonati preparandoli ad un futuro corso di nuoto e fa in modo che il bambino non perda quel senso di ambientamento che possiede fin dai primi mesi di vita. Oltre a tutte queste ragioni è importante ricordare anche che il nuoto neonatale è per i bambini un’attività molto divertente e stimola il sonno e l’appetito.
torna su

Acquaticità (3-5 anni)

Obiettivi di un corso di acquaticità sono:

-          l’immersione di corpo e viso

-          l’immersione degli occhi aperti

-          apprendimento della respirazione

-          galleggiamenti da prono e da supino

-          scivolamenti da prono e da supino

è risaputo che l’apprendimento in tenera età sia facilitato per il concomitante sviluppo del sistema nervoso, gli stimoli forniti vengono recepiti ed automatizzati in minor tempo. Il corso dedicato allo sviluppo dell’acquaticità dei bambini è svolto in forma per lo più ludica, in modo tale da trasmettere i concetti in modo piacevole e divertente.

Le capacità apprese sono indispensabili per costruire successivamente gli stili quali dorso, stile libero, rana e delfino ma permettono anche una buona autonomia magari al mare od in piscina con gli amichetti.

torna su

Nuoto Bimbi

Parlare oggi di nuoto richiede sicuramente maggiori conoscenze di un tempo, perché questo sport è divenuto in assoluto l’attività motoria più praticata e più consigliata dalla maggioranza dei medici. In particolare il nuoto effettuato dalla più tenera età rappresenta una tappa molto importante in quanto prevede il distacco quasi fisico dalla figura genitoriale, a favore della nascita di un rapporto fidelico con l’istruttore che accompagnerà il piccolo nel percorso di scoperta dell’ambiente acqua e delle sue molteplici dinamiche. I benefici fisici del nuoto sono innegabili. Sviluppa l'intera muscolatura, accresce resistenza, forza, mobilità articolare, coordinazione motoria,velocità di reazione (al tuffo di partenza), eleganza dei movimenti, capacità cardiorespiratoria. Sviluppa la personalità, creando spirito di sacrificio e resistenza alla fatica. E soprattutto presenta un rischio traumatico praticamente nullo. I corsi di nuoto, cominciano nel mese di settembre per proseguire fino a luglio. All’inizio del corso i bambini sostengono una prova di valutazione al fine di verificare il livello di preparazione di ognuno, le proprie attitudini e le diverse qualità tecniche. Tutto ciò permette agli istruttori di formare corsi omogenei, per lavorare in completa armonia con gli allievi, senza dimenticare mai l’aspetto ludico dell’attività natatoria, che è fondamentale nei primi anni di vita del bambino.
torna su

Nuoto Adulti

L’aspetto ludico delle lezioni è l’unica differenza rispetto ai corsi per bambini. La competenza e professionalità degli istruttori permette l’apprendimento delle più fini tecniche di nuotata, senza tralasciare però momenti di divertimento del gruppo.

torna su

Acquagym

Acquatonic - Idrobyke - Acquacircuit - Acquasoft

L’acquagym è forse la più completa tra i vari tipi di ginnastica in acqua in quanto gli esercizi su cui si basa prendono spunto da diverse discipline quali il pugilato, il jogging, lo yoga, l’aerobica, lo judo, la danza. Ed è proprio la molteplicità degli esercizi che uniti alla musica rendono l’acquagym più divertente e stimolante.Quindi con acquagym è possibile mantenersi in forma divertendosi.
Acquagym è ideale per qualsiasi persona dagli anziani alle donne in gravidanza in quanto la ginnastica in acqua evita impatti violenti sulle articolazioni e pertanto i conseguenti blocchi. Inoltre acquagym può essere praticata anche da persone che non sanno nuotare in quanto non è assolutamente indispensabile praticarla in acqua alta.
Come già accennato l’acquagym può essere praticata con o senza attrezzi. Gli attrezzi utilizzati durante la seduta di acquagym sono: le cavigliere, i manubri, i tubi e gli elastici. A seconda dell’intensità richiesta e quindi della difficoltà si divide in aquatonic e aquasoft.

I benefici dell’acquagym

 

I benefici dell’acquagym sono sostanzialmente il risultato del massaggio che l’acqua esercita sul nostro corpo quando ci muoviamo. Gli aspetti positivi di acquagym possono essere riassunti nei punti seguenti:

 

<- nonostante lo sforzo sia notevole non provoca movimenti bruschi, grazie all’assenza di gravità, quindi le articolazioni non sono sottoposte a nessun trauma
- tonifica ed elasticizza l’apparato muscolare
- migliora la flessibilità delle articolazioni
- migliora la funzionalità dell'apparato cardiocircolatorio e aiuta la respirazione
- consente di bruciare molte calorie quindi aiuta a combattere la cellulite e il sovrappeso
- favorisce lo sviluppo della forza fisica
- non ha controindicazioni anche se per le donne in gravidanza e per gli anziani è preferibile l’acquagym dolce che noi chiamiamo aquasoft
- cura lo stress e le tensioni.

torna su


Idrobyke

L' idrobike consiste nella pratica dello spinning in piscina: la bicicletta che si utilizza è una speciale bicicletta da spinning in acciaio, concepita per sfruttare e beneficiare al massimo della resistenza dell' acqua. Non è necessario saper nuotare per frequentare un corso di idrobike: l' acqua infatti raggiunge l' altezza della vita, spalle e testa rimagono fuori, solo le ginocchia restano sempre sommerse durante gli esercizi. Le lezioni di idrobike sono generalmente della durata di 50 minuti e si svolgono a tempo di musica; segue all' allenamento in acqua una breve seduta di stretching. I migliori risultati si ottengono con 2 o 3 sedute a settimana. Sono necessari un costume olimpionico, delle apposite calze antiscivolo, ed eventualmente dei pantaloncini ciclisti. La tonificazione dei muscoli è il beneficio principale dell' idrobike: la resistenza dell' acqua durante l' esercizio permette il rassodamento dei muscoli e, con un allenamento costante, il proprio corpo apparirà più asciutto ed affusolato, grazie all' allungamento dei muscoli stessi. Non solo gambe e glutei appariranno sodi e scolpiti ma anche braccia, addome, petto e muscoli dorsali. Infine è importante sottolineare che il movimento dell' acqua sul corpo ha un gradevole ed utilissimo effetto idromassaggio, come nell' acquagym. La pratica dell' idrobike è l' ideale per chi presenta problemi di sovrappeso e di ritenzione idrica: è un' attività fisica di tipo aerobico quindi permette un buon consumo di calorie. Inoltre, un buon allenamento agisce positivamente sul sistema cardio-vascolare rinforzando il cuore, la resistenza alla fatica e migliorando la circolazione. Previo autorizzazione di un medico ortopedico, l' idrobike è spesso impiegata come terapia riabilitativa per il recupero di persone che hanno subito infortuni od operazioni alle articolazioni: grazie al movimento in acqua e quindi all' assenza di gravità, le ginocchia, le anche e le caviglie sono meno sollecitate durante lo sforzo muscolare. I corsi di idrobike sono molto divertenti e ricreativi; come tutte le attività fisiche, permettono il rilascio di endorfine, sostanze secrete dal nostro cervello, in grado di influenzare positivamente il nostro umore. Infine, risultano molto più gradevoli nella pratica rispetto alle normali lezioni di spinning: la fastidiosa sensazione di sudore, tipica delle lezioni di spinning, si annulla completamente!
torna su

Lezioni private nuoto

Sia per bambini che per adulti le istruttrici sono a disposizione per fissare lezioni private di nuoto. Dato il rapporto 1 ad 1 tecnico-allievo è massima la capacità di apprendimento delle tecniche unita alla massima flessibilità di giorni ed orari.

torna su

Ginnastica Posturale

La postura è l’insieme delle posizioni assunte abitualmente dai vari distretti corporei.

Per avere una buona postura e un corretto controllo del corpo è necessario possedere un buon equilibrio muscolo-scheletrico unito ad una ottima percezione e conoscenza del proprio corpo. La ginnastica posturale si pone l’obiettivo di far acquisire queste importanti qualità e di insegnare all’apparato muscolo-scheletrico a muoversi e posizionarsi correttamente. Già da questo breve inciso si intuisce che modificare le posizioni e il modo di muoversi che ci ha accompagnato per molto tempo non è assolutamente facile. Per riuscire nell’intento è necessario praticare un metodo composto da esercizi in grado di incidere in modo veramente significativo sulla nostra postura. Esercizi in grado di farci scoprire le zone del corpo rigide e dolorose e di verificare se l’immagine che abbiamo del nostro corpo è reale o distorta.

La ginnastica posturale è rivolta a tutte quelle persone che desiderano migliorare la propria postura ed imparare a muovere il proprio corpo in modo corretto e a quelle persone che presentano disturbi all’apparato articolare e muscolo scheletrico secondari ad una scorretta postura.

Migliorare il movimento del proprio corpo e la postura sono obiettivi molto importanti che ogni persona dovrebbe perseguire, un corpo che si muove bene migliora anche esteticamente acquistando un piacevole benessere psico-fisico.
Scendendo nello specifico bisogna dire che è particolarmente indicata alle persone che praticano attività lavorative le quali comportano l'assunzione di posture prolungate in stazione eretta o seduta. La pratica di questi esercizi viene inoltre consigliata a tutte quelle persone che sono obbligate ad effettuare frequenti sollevamenti o trasporti di pesi. Imparare ad assumere la posizione corretta o a movimentare un carico in modo idoneo equivale a prevenire l'insorgenza di eventuali patologie vertebrali.

Il  luogo comune che la ginnastica posturale sia un’attività praticata e indicata soprattutto per le persone anziane è quindi, sulla base di quanto detto in precedenza un grosso errore e al contrario si può comprendere come gli esercizi posturali siano utili a tutti.


torna su

Body tonic

GINNASTICA AEROBICA “TOTAL BODY” La parola aerobica compare per la prima volta grazie agli studi del Dott. Kenneth Cooper, un medico americano che pubblicò nel 1968 il libro "Aerobica". Il Dott. Cooper, dopo la laurea in medicina e qualche anno di dottorato nell'ambiente militare, in seguito ad un suo rapido ed inaspettato aumento di peso (circa 20 kg.), che gli procurò degli scompensi cardiaci, decise di occuparsi del rapporto tra ipocinesi e malattie cardiovascolari. Sviluppò un tipo di allenamento basato su un programma di esercizi caratterizzati da una intensità moderata per lunghi periodi di tempo, in modo da tonificare il sistema cardiovascolare e migliorare la condizione fisica complessiva. Inizialmente il programma fu accentrato sulla corsa, "il jogging", ma alla fine molti praticanti trovarono noioso e ripetitivo correre per ore ed ore. Intorno agli anni '70 un'insegnante di educazione fisica, Jackie Sorensen, codificò i passi del jogging utilizzando tutti i piani di movimento e li trasformò in passi e balzi dando vita così alla ginnastica aerobica. Il programma di allenamento prevedeva una fase di riscaldamento, una fase di lavoro aerobico, in cui eseguire i passi codificati ed infine il lavoro di tonificazione per eliminare alcuni inestetismi; il tutto eseguito a tempo di musica. La musica è indispensabile alla vita dell'uomo, i suoni ed i rumori ne scandiscono il tempo; muoversi a tempo di musica permette agli individui di esprimersi istintivamente; entra così in azione un feedback corpo-mente che crea delle reazioni positive e rigeneranti. La ginnastica aerobica permette agli individui di scaricare le tensioni, le ansie e le rigidità accumulate durante l'arco della giornata e che vengono eliminate durante la lezione. Inoltre, la globalità dell'allenamento che si realizza, basato coinvolge tutti i sistemi organici esaltando principali qualità fisiche quali:
• forza e resistenza muscolare;
• elasticità muscolare e legamentosa;
• coordinazione neuro - muscolare;
• equilibrio del peso corporeo.
La lezione di aerobica, a seconda della tecnica impiegata si può classificare in basso e alto impatto, mentre la prima è così definita perché prevede che un piede sia costantemente in appoggio al suolo durante l'esecuzione dei passi base ed in questo modo l'approccio all'aerobica è in completa sicurezza la seconda ormai in disuso prevedeva salti e balzi più impegnativi. Il soggetto evita così di saltare e quindi riduce lo stress muscolo - tendineo, in particolare sulle articolazioni della caviglia, del ginocchio e della colonna vertebrale, soprattutto sulla zona lombare, quando la pianta del piede impatta al suolo. L’evoluzione del “basso impatto”prevede l’utilizzo di attrezzi, in particolare di step (gradino) dove una serie di esercizi dinamici di salita e discesa dalla piattaforma segue un ritmo costante scandito dalla musica. L'attività eseguita sullo step migliora l'efficienza dell'apparato cardio-vascolare e nello stesso tempo si agisce sullo stato tonico-trofico degli arti inferiori con un lavoro di alta intensità, ma a basso impatto. Studi recenti effettuati presso la State University di San Diego hanno dimostrato che durante l'esecuzione dei passi sullo step, gli stress biomeccanici esercitati sui piedi sono simili alla pratica di un'attività di marcia condotta a circa 5 Km/h di velocità; mentre i benefici ottenuti dall'allenamento aerobico sono proporzionali all'attività di corsa eseguita a circa 11 Km/h. Riassumendo, le caratteristiche dello step aerobico sono:
• Realizzazione di un allenamento aerobico di media-alta intensità eliminando l'impatto al suolo tipico delle lezioni di aerobica
• Possibilità di variare l'intensità dell'allenamento variando l'altezza della piattaforma o aggiungendo dei movimenti propulsivi ed adattandola così a varie tipologie di allievi (principianti ed esperti)
• Facilità di applicazione dell' allenamento con semplici passi e ripetizioni uniformi
• Possibilità di utilizzo della piattaforma per allenamenti periodici e test di efficienza fisica
• Realizzare un completo e bilanciato programma di fitness
• Attività popolare e di comune approccio per uomini e donne.


torna su

Presciistica

Tutti gli sport necessitano di una buona prestanza fisica, lo sci alpino non fa eccezione. Che si voglia intraprendere la carriera agonistica o quella amatoriale, qualità come forza, resistenza, velocità ed elasticità muscolare sono indispensabili per rendere lo sport sicuro e divertente. Il programma dell’attività consiste in due appuntamenti settimanali della durata di 1,5 ore, in cui si alternano esercizi a corpo libero quali balzi, corsa, andature ecc, ed esercizi alle macchine isotoniche, senza tralasciare la muscolatura di tronco e parte alta.

Indispensabile per trascorrere nel migliore dei modi un weekend sugli sci con gli amici.

torna su

Pilates

Il Metodo Pilates, detto anche semplicemente Pilates è un sistema di allenamento sviluppato all'inizio del '900 da Joseph Pilates. È molto di più di un programma di esercizi, è una disciplina di allenamento del corpo pensato e concepito per sviluppare la forza e la flessibilità muscolare, per aiutare a mantenere l'equilibrio tra corpo e mente e per assicurare l'esecuzione precisa dei movimenti. Joseph H. Pilates studiò i metodi utilizzati in Oriente come lo yoga, che enfatizzano il rilassamento mentale, la respirazione e la scioltezza del corpo ed i metodi dell'Occidente, che generalmente tendono a far prevalere la forza competitiva a discapito della resistenza. Con il suo metodo Pilates ha unito le qualità migliori di entrambe le discipline per formare un programma di allenamento fisico ideale. Questo metodo rafforza gli addominali, conferisce pieno controllo del corpo, grande flessibilità, coordinazione della colonna vertebrale e degli arti, dona la potenza combinata tra corpo e mente. Eseguendo molti esercizi differenti per un basso numero di ripetizioni, i muscoli vengono rafforzati, allungati e tonificati, senza l’aumento sproporzionato della massa muscolare. La totale concentrazione sul corpo durante ogni esercizio enfatizza la qualità del movimento, la coordinazione ed il respiro.
torna su

Danza Bimbi

La danza è un'arte, è data dal movimento del corpo umano, generalmente accompagnato da musica.

Tale attività permette di esprimere al meglio i sentimenti attraverso il linguaggio del corpo, ogni movimento non viene eseguito soltanto con braccia e gambe, ma anche con mente e cuore. Ma non solo, dal punto di vista tecnico tale disciplina permette lo sviluppo del proprio schema corporeo, della capacità di ritmo e delle capacità condizionali quali velocità ed, a proprio modo, forza e resistenza. Sviluppa le capacità di aggregazione sociale e più in generale lo sviluppo psico-motorio.

Gli elementi proposti appartengono sia alla danza classica che moderna. La professionalità e competenza dell’istruttrice rende la lezione, oltre che densa di stimoli, anche bella e divertente per bambini e bambine.


torna su

Zumba

Lo Zumba è una variante dell’aerobica ed è una disciplina fitness ideale per chi vuole restare in forma senza rinunciare comunque a una buona dose di divertimento.

Dove nasce questa misteriosa Zumba? L’idea è venuta in California all’istruttore di fitness Alberto Pèrez, che ha avuto l’intuizione di mixare tendenze diverse per creare qualcosa di nuovo e unico, combinando salsa, merengue e rumba in una movimentata lezione di aerobica.

Caratteristiche di questa sorta di danza latino-americana mista alla ginnastica sono le repentine e travolgenti variazioni di ritmo che aumentano e diminuiscono in continuazione la frequenza cardiaca; una tecnica che permette di aumentare la resistenza di chi la pratica e allo stesso tempo consente di lavorare ai muscoli di glutei, fianchi, addome, braccia e altre parti del corpo, permettendo inoltre di liberarsi in maniera rapida di un sacco di grassi in eccesso: nel corso di un’ora di lezione vengono infatti bruciate circa 450 calorie.

Il modo migliore per scaricare le tensioni e lo stress del lavoro, del marito/fidanzato o della semplice routine quotidiana è quindi quello di dedicarsi alla danza e grazie allo Zumba potrete anche mantenervi in forma facendo un’attività sportiva e assolutamente tonificante per il vostro corpo. Questa è infatti anche conosciuta come “aerobica con un twist”, per via della sua peculiarità nell’unire il fitness con il mondo del ballo. La popolarità nelle palestre di questo particolare tipo di danza sta rapidamente aumentando, come conferma il ballerino Lourd Vijay:

È una forma di fitness molto popolare in varie parti del mondo. Aiuta ad aumentare l’efficienza di varie funzioni del corpo.

Per via della sua caliente anima latina, lo Zumba si focalizza sull’aspetto del divertimento e della sensualità in maniera maggiore rispetto ad altre forme di aerobica; la cosa più importante in questo caso non è quindi eseguire alla perfezione ogni singolo passo, bensì divertirsi e interagire con le altre persone.


torna su

Rebound

Il Rebound è un'attività di fitness aerobico di gruppo che si effettua su un apposito tappeto elastico rimbalzante.

La disciplina è stata ideata da Albert E. Carter, ex trampolinista americano, che brevettò nel 1977 il primo tappeto elastico, nominato Rebounder.

La disciplina si pratica in palestra o a casa, grazie all'utilizzo di un tappeto circolare rimbalzante. Esistono quattro tipi di rimbalzo, che costituiscono le fasi di una seduta di allenamento:

Health Bounce, i rimbalzi della salute. Questa fase consiste nel poggiare entrambi i piedi sul rebounder, con l'obiettivo di staccarli il meno possibile l'uno dall'altro. Tale attività permette al corpo una preparazione completa all'allenamento, svolgendo nello stesso tempo un'azione linfodrenante.

Aerobic Bounce, i rimbalzi aerobici. Questa fase consiste nel simulare una corsa sul rebounder. Tale attività aiuta a migliorare la circolazione del sangue e ad ossigenare tessuti e organi.

Strength Bounce, i rimbalzi di rafforzamento. Questa fase consiste nello staccare entrambi i piedi dal rebounder.Tale attività tonifica arti inferiori e superiori, pancia e glutei.

Sitting bounce, i rimbalzi da seduti. Questa fase consiste nel rimbalzare da seduti, imprimendo forza sul tappeto elastico. Tale attività sviluppa anche i muscoli addominali.

Tra i molteplici benefici di questa attività bisogna menzionare sicuramente il miglioramento dell’attività circolatoria e cardiovascolare, l’aumento del tono muscolare e calcico del sistema scheletrico e un incremento del metabolismo e della capacità digestiva ed evacuativa.

torna su